Angiologia

Angiologia


Gambe pesanti
Può essere un segno di insufficienza venosa
Peso – stanchezza – tensione – dolorabilità – edema – crampi notturni degli arti inferiori

Malattia varicosa: colpisce circa il 30% della popolazione. Ne sono affette normalmente le donne in un rapporto 3 a 2 rispetto all’uomo.
Le possibili cause: (familiarità, ortostatismo prolungato, gravidanza, terapia ormonale, obesità, stipsi…) e il meccanismo patogenetico legato ad un difetto valvolare e/o di parete che sfiancandosi sotto l’impulso ipertensivo del sangue, modifica la struttura delle vene del circolo superficiale che diventano visibili e tortuose.

Teleangectasie e capillari

Le teleangectasie o capillari sono delle piccole vene di colore rosso o blu ben visibili sulle cosce o sulle gambe e costituiscono un problema estetico per moltissime persone soprattutto le donne.
Circa due terzi delle donne adulte soffre di questa patologia.

I capillari…..non solo un problema estetico

I capillari dilatati sono spesso il primo segno di un‘insufficienza venosa, per questo al fine di prevenire è consigliabile eseguire un controllo da un medico specialista.

Gambe belle e curate

La microscleroterapia permette di migliorare in molti casi l’aspetto estetico delle gambe eliminando in media fino all’80-90% dei capillari.

La Micro-Scleroterapia è una procedura ambulatoriale con la quale si eliminano i capillari delle gambe.
Il trattamento viene impiegato da moltissimo tempo, non utilizza il laser, non è un intervento chirurgico e non necessita di anestesia.
Una seduta dura in media circa 15-20 min e consente al paziente di riprendere l’attività lavorativa subito dopo la terapia e di mantenere le sue normali abitudini di vita.
Prevede l’utilizzo di una sostanza farmaceutica che iniettata all’interno dei capillari dilatati, mediante aghi sottili, ne provoca la chiusura con la conseguente scomparsa degli stessi.

Dopo il trattamento è consigliabile indossare calze elastiche e fare uso di creme rinfrescanti e lenitive specifiche post-scleroterapia.

Linfedema: congestione dei tessuti
Il linfedema è costituito da una congestione dei tessuti molli che si trovano sotto pelle; tale congestione si forma quando il sistema linfatico non è più in grado di trasportare la linfa.
L’acqua e le proteine ristagnano quindi nei tessuti, provocando la comparsa di gonfiori. Le proteine possono essere la causa di un’infiammazione cronica dei tessuti, che porta alla formazione di fibrosi.

PREVENZIONE

Per poter prevenire questo problema, accanto ad una dieta varia ed equilibrata, è consigliabile, fare molto movimento per attivare la muscolatura dei polpacci; in particolar modo sono ideali ad esempio jogging, nuoto e bicicletta.
Quando si deve restare seduti o fermi in piedi a lungo durante il giorno, è utile indossare calze o collant preventivi, così come concedersi alla sera dei momenti di tranquillità tenendo le gambe in alto.
Al contrario, vanno evitati lunghi bagni caldi, troppo sole, prolungate sedute in sauna.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l’utilizzo dei cookie su questo sito.
Maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostate per "permettere i cookie" ed offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.
Per maggiori informazioni puoi leggere la nostra Privacy Policy.
Se continui a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "OK, Accetto!", darai il tuo consenso.

Chiudi